Biomassa dagli scarti della filiera olivicola-olearia: sansa esausta e nocciolino di sansa vergine

I biocombustibili naturali derivati da scarti di lavorazione agricola che possono essere usati nelle caldaie per il riscaldamento aziendale o domestico sono diversi (nocciolino di olive, sansa disoleata, gusci di nocciola, pinoli, mais, bulla di riso o di farro, canapa, ecc.), ma non sono ancora molto diffusi. Nonostante l’enorme diffusione del pellet, cippato e legna,